Overtime, più inclusivo ed eco-responsabile, riunisce le grandi penne sportive nella sua 9ª edizione

“Il festival per chi allena il corpo e la mente”. Ecco il lemma di Overtime, un appuntamento già classico dell’autunno maceratese che comincia oggi e che porta in città i nomi più grandi del giornalismo e della letteratura sportiva. Ma non solo. Campioni, atleti, narratori di storie, fotografi, fumettisti, cuochi e, adesso, anche proprietari di cantine vinicole sono tra i protagonisti di questa kermesse. Si svolge da oggi fino a domenica 13 ottobre.

Overtime Festival, dal 9 al 13 ottobre a Macerata

Quest’anno, dedicato ai “Numeri” dello sport (date, anniversari, record…), tono e contenuti sembrano ancor più solidali, inclusivi e preoccupati per l’ambiente del solito. E’ una delle missioni dello sport: mettere a fuoco e riconsiderare gli stereotipi di genere, le differenze culturali o etniche. Overtime serve, quindi, a proporre una visione che distrugge i pregiudizi. La mostra fotografica di Simona Muscolini “Traguardi: una partita per l’inclusione” presso tipico.tips o presentazioni di libri come “Un calcio al razzismo” (Massimiliano Castellani e Adam Smulevich) e “Abbiamo toccato le stelle” (di Riccardo Gazzaniga) caratterizzano questo evento al meglio.

Il festival volge lo sguardo anche alla grandiosità della natura, un patrimonio che oggi, purtroppo, è in pericolo. La presentazione del documentario “Sport for Nature Islanda, 2019” di Stefano Tirelli, va in questa direzione.

Etica, comunicazione, storia

Durante le giornate del festival, gli incontri (in sedi diversi come la Biblioteca Mozzi Borgetti, il Teatro della Filarmonica, la Galleria Antichi Forni, il ristorante Vere Italie, COOP e Koinè) si presentano materie come l’etica sportiva, la comunicazione multimediale dello sport, le grandi carriere del panorama italiano in diverse discipline (dal calcio al nuoto, dalla pallavolo al parkour). Overtime Film Festival raccoglie diverse proiezioni di cortometraggi e, sempre nella cornice del festival, si svolge anche un contest di cucina, Studenti ai Fornelli (venerdì, 11 ottobre), sponsorizzato dalla COOP.

Paradossalmente in un festival dedicato allo sport, l’altro gran protagonista di questo 2019 è il vino. In collaborazione con l’Istituto Marchigiano di Tutela Vini e diverse enoteche, si organizzano una serie di degustazioni gratuite, sia presso la Società Filarmonica (Via Gramsci, 32), sia da Koinè (corso Giacomo Matteotti, 6).

Programma completo scaricabile, qui.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *